Corte e La Restonica

Corte & La Restonica

Durata del viaggio in auto:
1h00 per Corte
+ 20 minuti dagli ovili di Grotelle

Distanza da percorrere:
Corte 64 km
Bergeries de Grotelle +16 km

Difficoltà:
La strada tra Corte e Bergeries de Grotelle è molto trafficata in stagione.

Ufficio del Turismo:
Corte +33(0)4 95 46 34 05

Internet :
www.corte-tourisme.com

Corte1

Dalla cima del suo promontorio, come una vera sentinella, la cittadella vigila sulla città. All'incrocio delle valli Restonica e Tavignano, circondata dalle cime più alte della Corsica (Monte Rotondo e Monte Cintu), Corte è il cuore geografico dell'isola. Paradiso per gli escursionisti, che offre loro varie possibilità di escursioni, la città simboleggia anche i punti salienti della storia dell'isola. Corte, ex capitale della Corsica, è oggi il centro universitario e culturale della regione.

Corte2
Corte3

Il centro storico, dominato dalla cittadella costruita nel XVI secolo, ha conservato tutto il fascino di un villaggio di montagna. Si può visitare l'unica testimonianza dell'architettura civile genovese, il Palazzu Nationale, dove si è insediato il governo di Pascal Paoli dal 1755 al 1768. Elemento essenziale dell'isola, il Museo di Antropologia della Corsica ha trovato un posto di rilievo nel cuore della cittadella, in ex caserma ristrutturata. Questo appassionante museo, inaugurato nel 1997, è strutturato intorno a due spazi complementari: la galleria Doazan, che presenta una collezione eccezionale di oggetti della Corsica tradizionale, e la galleria "Museum in the making", che analizza le interazioni tra vita tradizionale e modernità. Il nido dell'aquila, o Castellu, ospita l'auditorium della Fonoteca (archivio sonoro sulla musica corsa) e uno spazio espositivo tematico temporaneo. Da questo belvedere la vista abbraccia il centro storico, le valli di Tavignano e Restonica e i numerosi paesi aggrappati alle pendici delle montagne.

Lasciare Corte per la strada Ajaccio, che attraversa il ponte sul fiume Tavignano, e subito dopo prendere la D623 sulla destra (attenzione, accesso limitato in stagione) per risalire le gole della Restonica. Questa sfilata, classificata dal 1966, si apre tra due picchi di media quota. I castagni sono presto seguiti dai pini Laricio. Incorniciata da grandi aghi di roccia ocra, la valle si restringe gradualmente fino a formare gole di grande bellezza. In fondo, il torrente si rompe in mezzo a grandi blocchi di rocce che delimitano splendide piscine naturali. La strada termina agli ovili delle Grotelle, punto di partenza del sentiero segnalato che vi condurrà ai piedi del grande bar roccioso che sostiene il lago Melo.

A formare un cerchio quasi perfetto, il Mélo, da cui sgorga la Restonica, è uno dei sette laghi del Monte Rotondo. E' dominato da scarpate di oltre 2.000 metri, dove d'estate rimane un po' di neve. Cresciuto nella trota e nel salmone di torrente, questo lago è molto popolare tra i pescatori. I più coraggiosi possono continuare il percorso fino al lago Capitello, il gioiello delle montagne dell'isola. A 1.930 metri di altitudine, questo lago è ghiacciato otto mesi su dodici. Per il lago Melo, 2h30 di andata e ritorno e 1h30 di andata e ritorno extra per il Capitello.

Restonica

Campeggio San Damiano
D107 - 1075, route de la Marana
20620 Biguglia
+33 (0)4 95 33 68 02
Contattaci per maggiori informazioni
Assunzioni

Seguici sui social network

Condizioni Generali di Vendita e Regolamento clicca qui.
Mappa del sito

Il campeggio è adatto alle persone a mobilità ridotta. Sito ufficiale - Tutti i diritti riservati - Camping San Damiano © 2019 - Designed & prodotto da ROYER Duane.